Cibi Fermentati: cosa sono e perché fanno bene

Vino, birra, formaggio, cioccolata, caffè e yogurt sono alcuni degli alimenti fermentati comunemente presenti nelle nostre case.

Mangiare cibi fermentati è il modo più facile e veloce per assumere la dose giornaliera ideale di probiotici, quei micro-organismi che, in quantità adeguata, apportano benefici alla nostra salute. Solo per citare alcuni di questi vantaggi, i cibi fermentati: - uccidono lieviti e microbi dannosi causa di, per esempio, candidosi - migliorano le funzionalità cognitive e digestive - accrescono le funzioni immunitarie - aiutano a trattare la sindrome dell’intestino irritabile.

Alleati per star bene

Un alimento si definisce fermentato quando gli zuccheri e i carboidrati, in esso naturalmente contenuti, interagiscono con i batteri, i lieviti e i microbi in modo da modificare la struttura chimica del cibo stesso.

La microflora che vive nei cibi fermentati crea uno strato protettivo all’esterno dell’intestino e fa da scudo contro i fattori patogeni, come salmonella ed Escherichia Coli.
Il cibo fermentato:

  • porta all’incremento di anticorpi e un sistema immunitario più forte
  • regola l’appetito 
  • riduce la dipendenza da zuccheri e carboidrati raffinati.

Inoltre, la fermentazione potenzia l’assorbimento dei nutrienti presenti nel cibo che mangiamo e rende i minerali in esso contenuto prontamente disponibili. I batteri nel cibo fermentato producono anche vitamine ed enzimi che sono benefici a livello digestivo.

I cibi fermentati, quindi, possono essere la via per avere un approccio sicuro, a basso costo e naturale per assicurarsi un’ulteriore barriera contro le infezioni batteriche.
Per di più, è stato recentemente dimostrato come i cibi fermentati possano ridurre gli stati di ansia.  

Uno studio pubblicato dall’Università del Maryland, negli Stati Uniti, ha rilevato una connessione tra i disturbi d’ansia e la salute dell’intestino. Gran parte delle nostre emozioni sembrano essere, infatti, influenzate dai nervi presenti nell’intestino. Il microbiota umano dirige la comunicazione intestino-cervello e ha il controllo sull’umore e il comportamento. Un giusto equilibrio nell’apporto di probiotici, quindi, è essenziale anche per la nostra salute mentale.
I Benefici

Cibi fermentati: alcuni esempi

1. Kefir
Il Kefir è un prodotto caseario fermentato (prodotto con latte di mucca, capra o pecora) che ha il sapore di uno yogurt in versione liquida. Questo prodotto apporta elevati livelli di:

- Vitamina B12: aiuta a mantenere sane le cellule nervose e i globuli rossi
-Vitamina K2: migliore amica della donna, contrasta l’invecchiamento e mantiene la pelle sana e luminosa
- Biotina: particolarmente indicata in caso di dermatiti o acne, preserva la salute di capelli e unghie

- Calcio e Magnesio
- Enzimi e Probiotici.

2. Crauti
I crauti sono ricchi di fibre e vitamine A, C, K, B. Sono anche una grande risorsa di ferro, rame, calcio, sodio, manganese e magnesio.

Vari studi suggeriscono che i crauti abbiano una varietà di effetti benefici sulla salute umana: possono aiutare a migliorare la digestione, supportare la circolazione, combattere le infiammazioni, rafforzare le ossa e ridurre i livelli di colesterolo.

3. Sottaceti
Sapevi che i sottaceti contengono probiotici? I sottaceti fermentati contengono numerose vitamine e minerali, antiossidanti e probiotici amici dell’intestino.

I sottaceti possono correre in soccorso in tutti i comuni casi di carenza di vitamina K. Una piccola quantità di sottaceti contiene circa il 18% del fabbisogno giornaliero di questa vitamina, che gioca un ruolo importante nella salute delle nostre ossa e del nostro cuore.

4. Miso
Il miso è creato dalla fermentazione dei fagioli di soia, orzo o riso integrale e il fungo Koji. È l’ingrediente principale della zuppa di miso, tradizionale piatto Giapponese.

Il Miso ha proprietà antiossidanti e aiuta a mantenere in salute la pelle. Dà uno slancio al sistema immunitario e contribuisce a ridurre il rischio dello sviluppo di alcune tipologie di cancro. Infine, promuove la salute del sistema nervoso. 

5. Formaggi a latte crudo
I formaggi a latte crudo sono prodotti con latte che non è stato pastorizzato.

Il latte di capra, pecora e mucca sono particolarmente ricchi di probiotici, incluso il famoso Bifidus.

6. Yogurt
Lo Yogurt, insieme al Kefir, è un prodotto caseario unico nel suo genere perché tra i migliori alimenti probiotici maggiormente reperibili sul mercato. Lo yogurt probiotico è il latticino fermentato più consumato nei paesi industrializzati.


È importante, quando si acquista dello yogurt probiotico, stare attenti a tre cose:

  • che provenga da latte di capra o di pecora, se si fa difficoltà a digerire quello di mucca;
  • che provenga dal latte di animali nutriti al pascolo;
  • che sia biologico.

Il consumo di yogurt è stato associato a un miglioramento della qualità del metabolismo e un miglioramento della pressione del sangue.
Cibi Fermentati

Fermentazione fatta in casa

Fermentare gli ortaggi è facile, c’è solo bisogno di un barattolo con acqua e sale. Questi ultimi, quando combinati, formano la salamoia, che promuove il processo di fermentazione. Le verdure che possono essere facilmente fermentate in casa sono la verza, le carote, i piselli, le rape, i ravanelli e la barbabietola.

Ecco alcune istruzioni per provare a fermentare le verdure in casa:

  • Utilizza un barattolo capiente. Prepara la verdura che andrà fermentata grattugiandola, sminuzzandola, tagliandola a rondelle o a fette o lasciandola intera
  • Una volta che la verdura sarà pronta e inserita nel barattolo, coprila con la salamoia. Aggiungi, se vuoi, le tue spezie preferite. Lascia un piccolo spazio in cima al barattolo poiché durante la fermentazione si formeranno delle bolle. Assicurati che il coperchio sia chiuso saldamente durante i processi di fermentazione
  • La maggioranza degli ortaggi necessita dai 2 ai 7 giorni per fermentare. Più li si lascia fermentare, più il sapore diventerà deciso. Una volta aperti, conserva il barattolo in frigo.

Per il benessere intestinale, integra gli alimenti fermentati con le nostre proposte.