Cistite Interstiziale: cause, sintomi e rimedi

La cistite interstiziale, chiamata anche sindrome della vescica dolorosa, è una condizione cronica che causa pressione e dolore sulla vescica (da lieve a molto forte). Talvolta, la cistite interstiziale causa sofferenza a livello pelvico. Nove volte su dieci, la persona coinvolta da cistite interstiziale è una donna.

Cosa scatena la cistite interstiziale?

La vescica è un organo muscolare che si espande fino al completo riempimento per poi mandare segnali al cervello tramite i nervi pelvici. Questi segnali creano l'urgenza di urinare.
Con la cistite interstiziale questi vengono confusi, si sente il bisogno di urinare più spesso e per quantitativi di urina minori rispetto al normale. In tal caso, le pareti della vescica potrebbero essere infiammate e irritate. In casi gravi, questa infiammazione può sfregiare e irrigidire i tessuti vescicali, causando difficoltà nell'espansione all'aumentare delle urine.

Cause della Cistite Interstiziale

L’esatta causa della cistite interstiziale non è conosciuta ma è probabile che molti fattori possano contribuirvi. Sappiamo che infezioni da batteri o virus non hanno a che fare con la cistite interstiziale.

Le persone affette da cistite interstiziale, nel 70% dei casi, presentano difetti nello strato protettivo interno della vescica (epitelio). Mentre normalmente questa parete protegge la vescica dagli effetti tossici dell’urina, un difetto della stessa potrebbe favorire irritazione della vescica a causa delle tossine contenute nell’urina.
Altri fattori non comprovati possono essere reazioni autoimmuni, eredità genetica, infezioni o allergie.

Sintomi e fattori di rischio della Cistite Interstiziale

I segnali e sintomi della cistite interstiziale variano da persona a persona e, nello stesso soggetto, possono cambiare nel corso del tempo anche in risposta a situazioni innescanti quali ciclo mestruale, vita sedentaria, stress, attività fisica o attività sessuale.

Tra i sintomi della cistite interstiziale includiamo:

  • Dolore pelvico o tra la vagina/lo scroto e l’ano
  • Necessità persistente di urinare
  • Minzione frequente, spesso in piccole quantità, di giorno e di notte (fino a 60 volte nelle 24 ore)
  • Malessere o dolore durante il riempimento della vescica
  • Dolore nel rapporto sessuale

I fattori associati a un più alto rischio di incorrere nella cistite interstiziale sono:

- Genere ed età. Le donne sono vittime di cistite interstiziale più spesso dell'uomo. Inoltre, la cistite interstiziale si presenta attorno ai trent'anni di età o oltre.
- Disturbo del dolore cronico. La cistite interstiziale può essere associata ad altri disturbi legati al dolore, come la sindrome dell'intestino irritabile o la fibromialgia. 

Rimedi contro la Cistite Interstiziale

Poiché le cause della cistite interstiziale sono sconosciute, i trattamenti attualmente praticati hanno perlopiù lo scopo di alleviarne i sintomi.

Una o più combinazioni dei seguenti rimedi possono supportare una riduzione dei sintomi della cistite interstiziale:

  • Dieta. È necessario evitare alcool, cibo speziato e cibo acido, cioccolata, caffeina, agrumi, dolcificanti artificiali e pomodori.
  • Instillazioni vescicali. Durante un’instillazione vescicale, un catetere viene utilizzato per riempire la vescica con una soluzione medica. Quest’ultima viene trattenuta in vescica per 15 minuti per poi essere trasportata nuovamente fuori dalla vescica, tramite il catetere. Questo trattamento va fatto ogni settimana, per 6-8 settimane consecutive, per poi essere ripetuto al bisogno.
  • Ridurre l’infiammazione. Attraverso la somministrazione di antidolorifici/antinfiammatori classici o di ingredienti naturali come la quercetina o il MSM (un composto organico dalle proprietà antinfiammatorie e cicatrizzanti).
  • Rilassare la muscolatura pelvica. Attraverso massaggi intravaginali (con l’aiuto di un cono vaginale), terapie elettriche o esercizi di Kegel Reverse.
  • Evitare ulteriori infiammazioni alla vescica. Per evitare che infezioni, come la cistite batterica, possano aggiungere carne al fuoco, è importante agire in maniera preventiva tramite l’uso di d-mannosio, un ingrediente naturale che trasporta fuori dalla vescica eventuali batteri patogeni presenti.
  • Riparare lo strato interno protettivo della vescica. Attraverso l’assunzione di GAG (acido ialuronico, glucosamina e controidina).

Un integratore alimentare che unisce i GAG con gli MSM, la quercetina e il d-mannosio descritti precedentemente è il Dimann Daily.

Altre Strategie contro la Cistite Interstiziale

A volte si potrebbe necessitare di rimedi più forti per poter spegnere o, per lo meno tenere a bada, il dolore.

  • Smettere di fumare. Molte persone vittime di cistite interstiziale notano come l’abitudine del fumare possa peggiorare il dolore.
  • Riabilitazione della vescica. Se l’urgenza e la frequenza minzionale non danno tregua, si può cercare di “allenare” la vescica affinché riesca a contenere un quantitativo maggiore di urina per più tempo. Lo si può fare andando in bagno ad orari precisi e utilizzando tecniche di rilassamento. Dopo un po’ di tempo dall’inizio di questa pratica, è possibile allungare gli intervalli di tempo tra una minzione e l’altra.
    Questa strategia diventa ancora più efficace se accompagnata da fisioterapia.
  • Fisioterapia e biofeedback. La cistite interstiziale provoca, spesso, spasmi dolorosi dei muscoli del pavimento pelvico. Il fisioterapista può insegnarci esercizi che aiutino, contestualmente, a rinforzare e rilassare i muscoli del pavimento pelvico.
  • Stimolazione elettrica transcutanea dei nervi. Esiste un macchinario apposito che emette lievi impulsi verso la vescica. Cominciando sotto la supervisione di un fisioterapista, è possibile agire sul dolore da cistite interstiziale tramite un uso quotidiano di questa tecnica.
  • Terapie di rilassamento. Riduzione dello stress, ipnoterapia e agopuntura si sono rivelati avere un ruolo importante per alcune persone.