Diverticoli: cosa sapere?

Cosa sono i diverticoli?

I diverticoli sono una sorta di piccole ernie, di forma tondeggiante, simili a delle sacche, che si formano lungo le pareti intestinali e, in particolar modo, nel colon. Quando ci si trova in presenza di diverticoli si può parlare di diverticolosi.

Per diverticolosi si intende una condizione asintomatica che ha come presupposto la semplice presenza delle sacche (diverticoli). Questa condizione è abbastanza comune, tanto che il 65% della popolazione adulta, in larga parte donne, ci convive senza problemi.

Come mai si formano i diverticoli?

La formazione dei diverticoli può dipendere principalmente da tre fattori:

  • Debolezza congenita delle pareti muscolari dell’intestino crasso che, con l’avanzare dell’età, peggiora favorendo così la formazione dei diverticoli, oppure, semplice perdita dell’elasticità delle pareti intestinali a causa dell’invecchiamento;
  • Obesità, la quale comporta alterazioni digestive;
  • Dieta squilibrata e particolarmente povera di fibre ed acqua, elementi fondamentali per il benessere intestinale in quanto favoriscono il transito e, se carenti, col passare del tempo possono provocare un aumento della pressione nel colon.

Come si manifesta la presenza di diverticoli?

La presenza di diverticoli non “complicati” spesso risulta totalmente asintomatica o può dare luogo ad avvisaglie facilmente confondibili col colon irritabile e disturbi intestinali come:

  • Meteorismo
  • Stipsi
  • Diarrea
  • Dolore localizzato al fianco sinistro

Come mi devo comportare in caso di diverticolosi?

La dieta

Di primaria importanza è la dieta. È fondamentale seguire delle corrette abitudini alimentari e avere una dieta incentrata sul consumo di fibre, per assicurarsi una buona mobilità intestinale.

Ecco qualche semplice e pratico consiglio per la tua alimentazione.

1) Assumi quotidianamente una dose di fibre pari o superiore a 30 grammi (Esempio: i legumi contengono circa 5-8 g di fibre per 100g, la verdura ne contiene 1-8 g per 100g). Le fibre agevolano il transito intestinale, presupposto fondamentale, anche per scongiurare il formarsi dei diverticoli;

2) Idrata correttamente il corpo bevendo almeno 1,5 litri di acqua al giorno;

3) Evita bevande zuccherine, alimenti dolci e cibi difficili da masticare (come semi e frutta secca);

4) Riduci al minimo il consumo di grassi animali e riduci il consumo di carne rossa;

5) Prediligi una cucina povera di grassi, preferendo cotture come quella al vapore, bollita, alla griglia o piastra. Evita invece le fritture.

Gli alimenti ideali

Gli alimenti da prediligere sono: i prodotti integrali, i legumi e in particolar modo verdura e frutta.

Tra la verdura è da preferire quella con la maggior concentrazione di fibre come, ad esempio: agretti, cavolfiori, broccoli e patate. Insieme alle fibre, anche l’apporto di acqua non va trascurato. La verdura che ne è più ricca è: lattuga, radicchio, carote e zucchine.

È importante consumare una porzione di verdura a pranzo e una cena. Una buona alternativa, per unire fibre e acqua, sono i passati di verdura e i minestroni, scelta ideale per la sera.

La frutta va mangiata con regolarità ogni giorno. La scelta in questo caso è ampia: una buona idea possono essere le prugne, le mele, le pere e le arance, perfette anche spremute la mattina a colazione. In alternativa, per cominciare al meglio la giornata, puoi provare i centrifugati: mantengono intatte le proprietà della frutta.

BUONE ABITUDINI 

È importare avere uno stile di vita sano e fare movimento. Spesso i diverticoli sono dovuti ad una predisposizione genetica o all’invecchiamento, forze contro le quali nulla si può.

Quello che si può fare, però, è cercare di ritardare il più possibile la loro formazione ed evitare, quanto possibile, l’insorgere di infiammazioni che conducano a patologie.

Se nonostante tutto la diverticolite si aggrava?

La forma sintomatica e patologica della diverticolosi è la diverticolite.

La diverticolite colpisce circa il 10% dei soggetti con diverticoli e si manifesta a causa di infiammazione di questi ultimi.

Quali sono i sintomi della diverticolite?

Un forte e improvviso dolore, nella parte bassa sinistra dell’addome, è il sintomo primario della diverticolite.

Insieme a questo, la diverticolite si accompagna ad altri sintomi quali:

1) Crampi e dolori addominali;

2) Problemi legati alla defecazione come stipsi, diarrea e

3) Alternanza dei due;

4) Emorragia digestiva (sanguinamento che deriva da un tratto del tubo digerente) accompagnato da:

  • Febbre (classico sintomo che rivela uno stato di infezione in corso)
  • Brividi
  • Nausea
  • Vomito 

La maggior parte delle volte la diverticolite può essere curata seguendo un trattamento medico idoneo e specifico accompagnato da uno stile di vita sano e accortezze alimentari.

In caso di diverticolosi (asintomatica) puoi provare BioBi un integratore alimentare probiotico contente nutriose una fibra naturale che può essere di aiuto per ostacolare la comparsa di un’eventuale infiammazione.