Il trattamento al maschile per la coppia che desidera un bambino

Quando una coppia non riesce a raggiungere l’obiettivo della gravidanza, i motivi devono essere ricercati in entrambi i soggetti.

Le cause di insuccesso più semplici possono essere collegabili a:

  • elevato stress, che può ripercuotersi direttamente sulla fertilità della coppia agendo sulle cellule preposte (spermatozoi e ovuli);
  • ritmi sbagliati nei rapporti, che possono essere troppo frequenti (spermatozoi non maturi ed efficienti);
  • cadenza sbagliata dei rapporti, a volte lontani dal periodo mensile di maggiore fertilità della donna.

Altre cause sono strettamente legate a:

  1. Ovulo femminile e i processi di produzione, maturazione e discesa nelle tube per la fecondazione;
  2. Spermatozoi, che risultano poco adatti per vitalità, conformazione e numero, per arrivare con buona probabilità all’ovulo da fecondare.

Nei casi limite, sia la donna che l’uomo possono essere, o essere diventati, sterili.

Non riuscire a rimanere incinta: cosa fare

La diagnosi

Rivolgersi a un centro di PMA (Procreazione Medicalmente Assistita) aumenta in modo considerevole la probabilità di gravidanza, attraverso la corretta diagnosi e con i trattamenti specifici per la donna e per l’uomo.

In questi centri a elevata specializzazione, la coppia si affida a un pool di medici specialisti, come un ginecologo e un andrologo, che approfondiscono le possibili cause dell’infertilità e decidono quale percorso seguire, quali trattamenti fare o quali interventi attuare.

I trattamenti

I trattamenti farmacologici, con ormoni e con integratori, sono il primo passo (e a volte l’unico necessario) per arrivare alla gravidanza. In altri casi, invece, può essere necessario spingersi fino alla fecondazione artificiale in provetta: partendo dalla fecondazione dell’ovulo della donna con lo spermatozoo dell’uomo, l’ovulo viene poi inserito nell’utero femminile per avviare la gravidanza.

Una volta fatta la diagnosi e stabilito il percorso che la coppia dovrà seguire, le procedure che vengono messe in atto sono sofisticate, delicate e, in ampia parte, legate a protocolli attentamente studiati e validati.

I trattamenti sulla donna sono normalmente a base ormonale. Per stimolare l’ovaio alla produzione di ovuli e per favorire il raggiungimento delle migliori condizioni dell’apparato riproduttivo femminile, affinché sia pronto alla fecondazione e all’impianto dell’ovulo fecondato.

Per l’uomo, invece, può essere di notevole supporto l’assunzione, e quindi l’apporto quali-quantitativo adeguato, di sostanze antiossidanti che agiscano sul gamete maschile insieme a sostanze naturali che stimolino la fecondità.

In commercio sono disponibili diversi Integratori per l’uomo: la qualità del prodotto è legata al mix delle componenti, che possono agire da sole o con una valida sinergia tra loro, ma anche alla quantità presente.

NaturaDiretta ha selezionato l’integratore alimentare per uomo HomoMAX:

  1. il giusto mix di ingredienti;
  2. la qualità degli stessi;
  3. le quantità giuste.

Questo prodotto nasce dalla esperienza consolidata di medici specialisti del settore che hanno condiviso e espresso la richiesta di questa formulazione, utile al contributo maschile nella dinamica della coppia che desidera il concepimento.

HomoMAX apporta Arginina, Rame, Zinco, Acido Aspartico, Coenzima Q10, Bromelina, Melatonina e Acido Folico. Questi ingredienti agiscono:

  • sullo stress ossidativo che interferisce negativamente sulla vitalità (qualità) degli spermatozoi;
  • sul ritmo fisiologico degli spermatozoi;
  • con il contributo dell’Arginina, sulla fertilità maschile in senso più ampio.