Scienza e reale efficacia: gli ingredienti di successo delle creme antiinvecchiamento di Poliphenolia

Abbiamo intervistato Giorgio, ingegnere biomedico e co-fondatore di Poliphenolia.

Dove nasce Poliphenolia e da quale idea?

Il team che compone Poliphenolia, proviene dal settore biomedicale, e dal 2013 studia le molecole estratte dagli scarti di produzione vinicola per applicazioni nel settore odontoiatrico, in particolare per la cura di patologie infiammatorie come la paradontite (comunemente chiamata piorrea). Da questi studi scientifici, si è consolidata sempre di più la consapevolezza dell’incredibile efficacia di queste molecole polifenoliche. Nel 2015 abbiamo quindi deciso di creare una realtà nuova, un’azienda che producesse cosmetici, ma che li producesse spogliandosi di tutto ciò che è puro marketing, con l’idea di rivoluzionare il mercato cosmetico applicando la scienza, a dimostrazione della reale efficacia dei prodotti sviluppati. Abbiamo eliminato tutto il superfluo dalle formulazioni, e abbiamo utilizzato pochissimi ingredienti di elevatissima qualità che non coprissero ma bensì esaltassero l’enorme potere dei polifenoli estratti dalle vinacce del nostro territorio. Proprio il territorio è il secondo pezzo di questa storia, i nostri prodotti dovevano essere l’espressione delle tipicità del territorio da cui venivano prelevati. Dallo studio delle peculiarità dei vari vitigni se ne definisce il possibile utilizzo: crema viso, contorno occhi, anti-macchie, etc…
Poliphenolia non produce semplici creme: Poliphenolia è natura, molecole, cellule, territori, clima, persone. Poliphenolia è un’idea che è diventata realtà!

Cosa sono i polifenoli? Perché lo scarto può essere un tesoro?

I polifenoli sono molecole presenti in moltissime specie vegetali, e hanno una storia antichissima. Basti pensare che le prime forme di vita vegetale sulla terra, riuscirono a passare dall’ambiente marino, in cui si erano sviluppate, a quello terrestre proprio grazie ai polifenoli, che le proteggevano dall’irraggiamento UV, ai tempi molto più intenso non essendoci ancora l’atmosfera e lo strato protettivo di Ozono. Questi capolavori dell’architettura molecolare, sono sopravvissuti fino ad oggi, e continueranno a sopravvivere alla continua evoluzione per una semplicissima ragione: funzionano davvero bene.  Oggi è noto che i vegetali rispondano a quasi tutte le situazioni di stress biotico e abiotico (patogeni fungini e virali, ferite, temperature estreme, luce, radiazioni UV, etc..) aumentando i loro livelli di antociani, una delle migliaia di molecole polifenoliche presenti. Il mondo animale, incontrò queste molecole tramite l’alimentazione e l’ingestione di vegetali e oggi sono molteplici gli studi sull’effetto benefico alla salute dei polifenoli. Ma la domanda a cui rispondere è perché queste molecole fanno bene alla mia pelle, perché riducono le rughe? Apparentemente è molto semplice, e la risposta risiede nella loro struttura chimica, in grado di combattere i famosi radicali liberi, presenti su molecole che vengono comunemente chiamate ROS (Reactive Oxygen Species) che si celano dietro qualunque tipo di pelle (dalle più giovani alle più anziane). Queste molecole famosissime sono l’arma principale dei nostri sistemi di difesa, ed entrano in gioco a seguito di stress, come la luce, lo smog, il freddo, il vento, il tempo che passa. La loro grande efficacia distruttiva è da tenere molto sotto controllo altrimenti una produzione eccessiva di ROS porta alla distruzione delle pareti cellulari, generando le famose rughe, o macchie sulla nostra pelle. I polifenoli, grazie alla loro struttura chimica, sono in grado di regolarli e riportare la situazione all’equilibrio, proteggendo la nostra pelle dall’invecchiamento.

Sul mercato esistono alcune creme, più o meno blasonate, che citano tra i loro ingredienti i polifenoli. La maggior parte di queste molecole sono estratte da vegetali prodotti a questo fine, oppure derivanti da sintesi industriale. Poliphenolia, è da sempre attenta sostenitrice di un’economia circolare. Per questo ha deciso di estrarre le sue molecole dai sottoprodotti di vinificazione, i quali contengono ancora un enorme quantitativo di queste preziose molecole, che fino a qualche tempo fa venivano, nella migliore delle ipotesi, bruciate per creare biomassa. Oggi devono essere considerate tesori da ri-utilizzare per migliorare la qualità della vita delle persone. In ogni crema da 30 ml ci sono sempre più di 30 mg di polifenoli che producono un potere antiossidante superiore di almeno 5 volte i prodotti più comuni in commercio.

Quali sono le particolarità di ciascuna crema e a quali donne sono indirizzate? Quali altri ingredienti arricchiscono la formulazione?

Poliphenolia attualmente produce 4 prodotti:

- 1 Crema viso per pelli grasse: Vita

- 1 Crema viso per pelli secche: Origine

- 1 Crema contorno occhi: Rotarius

- 1 Crema notte antimacchia e ridensificante: Croattiva

Ogni crema è stata studiata a partire dallo spettro polifenolico dell’estratto utilizzato. Le creme viso per il giorno sono a base di estratti da Barbera, un vitigno Piemontese, della zona di Asti molto ricco di proantocianidine (polifenoli con struttura chimica molto grande) che servono per ristrutturare le fibrille di collagene che sostengono la struttura cellulare; proteggono dalla generazione incontrollata di radicali liberi e rimpolpano l’incarnato andando ad inibire gli enzimi che degradano la matrice extracellulare facendo perdere elasticità alla pelle.
Rotarius è invece una crema contorno occhi, che contiene estratti da bucce e semi di uva Barbera e Grignolino.  Il vigore dei polifenoli estratti dal Barbera, colorati e potenti, è unito all’agilità delle piccole molecole polifenoliche caratteristiche del Grignolino, che possono penetrare in profondità e riparare il derma danneggiato nelle zone più soggette alle indentazioni cutanee.
Croattiva, l’ultima creazione di Poliphenolia, è un incredibile esempio di come i colori della natura siano unici e che non servono altri additivi per stupire. La sua colorazione intensa è data dagli estratti del vitigno Croatina; un vitigno antichissimo, che contiene un’elevatissima quantità di antociani, molecole colorate che hanno la proprietà di proteggere e riparare la pelle danneggiata dai raggi UV, ri-densificarla e uniformarne il colore, eliminando e appiattendo le macchie dovute ad una esposizione solare troppo acuta. La consigliamo come crema notte, per tutti i tipi di pelle per il viso e per il collo, durante la notte le molecole agiscono per un risveglio più luminoso fin dalle primissime applicazioni. Le nostre formulazioni sono studiate accuratamente, riducendo al minimo tutto quello che non è essenziale e che potrebbe interferire nell’azione dei polifenoli. La loro efficacia viene esaltata combinandole, in modo studiato, con l’acido ialuronico. A questo si aggiungono pochissime materie prime come burro di karitè, burro di cacao, olio di Argan ed estratti delle olive, ciascuno con note proprietà benefiche per la cute. Non contengono alcool, oli minerali, siliconi, coloranti, profumi allergizzanti, parabeni, componenti OGM o materie prime di derivazione animale e non sono assolutamente testati su animali

Perché investire in una buona crema antirughe a base di polifenoli?

Troppo spesso ci si dimentica che la pelle è un organo del nostro corpo con la caratteristica che è costantemente sotto attacco dall’esterno. Come ci prendiamo cura degli altri organi, perché li consideriamo fragili e delicati, dovremmo prenderci costantemente cura della nostra pelle, l’unica barriera che protegge il resto degli organi dagli agenti atmosferici, dal sole, dallo smog, che vanno ad indebolire questa barriera.

Proteggerla, ripararla, e garantire che la sua funzione sia mantenuta nel tempo deve essere una priorità per la persona. A tutto questo si deve aggiungere il piacere di vedersi ogni giorno con una pelle levigata, rimpolpata, luminosa e sana. Poliphenolia, vuole rivoluzionare il modo di vedere il cosmetico, non solo più come un concentrato di marketing e misticismo dove la domanda più comune del consumatore è: ma funzionerà davvero? La dimostrazione che i polifenoli che utilizziamo nelle nostre formulazioni funzionano l’ha data la natura portandoseli con sé per milioni di anni come alleati contro le minacce esterne. Noi ne confermiamo l’efficacia nei nostri laboratori formulandole nel modo più opportuno perché agiscano dove è più utile.  Se si pensa che i nostri prodotti derivano anche da scarti di produzione agricola, allora si sta facendo non solo un investimento sulla propria salute cutanea ma anche un investimento sul futuro dell’ambiente.

 

Vuoi scoprire di più sulle proprietà delle singole creme? Clicca qui per accedere alle schede prodotto