Sintomi della cistite: i rimedi fondamentali

La cistite, la più comune delle infezioni delle vie urinarie, può essere scatenata sia dalla presenza di batteri patogeni nella vescica sia da fattori di natura non infettiva.

Indipendentemente dalle cause che originano la cistite, il minimo comune denominatore è sempre uno: l’infiammazione delle pareti della vescica, elemento critico da cui hanno origine i sintomi più frequenti.

Durante la cistite acuta, oltre a un adeguato trattamento che agisca sulle cause (uso di antibiotico o, per un approccio naturale, di d-mannosio puro), è anche essenziale agire sui sintomi che provocano non poche difficoltà nel quotidiano della persona che ne è colpita.

Cosa devo assumere contro i sintomi della cistite?

Tre sono i passaggi da seguire per combattere i sintomi della cistite:

1.  Ridurre l’infiammazione e il dolore
2.  Stimolare la risposta immunitaria
3.  Indebolire il biofilm protettivo dei batteri, se si tratta di cistite batterica.

Tre sono gli ingredienti che agiscono in ciascun passaggio:

1.  Bromelina. Riduce l’infiammazione e lenisce il dolore.
2.  Apolattoferrina. Ha un’azione immunostimolante e antiossidante, lavorando come un vero e proprio antibiotico naturale. La sua azione è risultata positiva anche in caso di candidosi.
3. N-acetilcisteina. Scioglie il biofilm dei batteri, indebolendoli.

Sintomi: quali in presenza di cistite?

  • Minzione urgente e frequente
    A causa dell’infiammazione, il muscolo della vescica si contrae provocando una riduzione della capienza della vescica stessa.
    Quest’ultima, di dimensioni ridotte, tenderà a riempirsi prima del solito provocando maggiore frequenza nella minzione a cui si accompagnerà, spesso, un senso di urgenza.
    La contrattura muscolare, infatti, ha come ulteriore conseguenza il malfunzionamento dei ricettori vescicali che non saranno più in grado di distinguere al meglio il riempimento/lo svuotamento della sacca vescicale, inviando al cervello continui messaggi di esigenza minzionale.
    Si espellerà, di conseguenza, solo una minima quantità di urina ovvero poche gocce alla volta
  • Dolore uretrale e vescicale
    Si tratta di un dolore percepito a livello dell’uretra (condotto dal quale fuoriesce l’urina) e/o a livello vescicale, solitamente nella parte finale della minzione. Non è escluso che coinvolga la paziente anche durante tutta la minzione o che possa permanere durante il corso della giornata, tra una minzione e l’altra. Si tratta di un dolore “graffiante” accompagnato da una sensazione di bruciore. 
  • Urine torbide e maleodoranti
    È molto comune notare un odore e/o un colore inusuale nelle urine. La presenza dei batteri, infatti, altera l’equilibrio chimico nell’urina modificandone l’odore. Alcuni batteri trasformano l’urea, componente dell’urina, in ammoniaca (Proteus e Klebsiella), altri batteri fecali (come l’E.Coli) rendono l’odore dell’urina aspro
  • Sangue nelle urine (meno frequente)
    L’infiammazione causa la vasodilatazione dei vasi sanguigni presenti sulla parete vescicale e la fuoriuscita dei leucociti, adibiti alla difesa dall’attacco dei batteri. Quando l’infiammazione è molto forte, i vasi sanguigni si dilatano ulteriormente permettendo la fuoriuscita di globuli rossi, che coloreranno di rosso le urine.
  • Altri sintomi meno frequenti
    Altri sintomi possono essere: febbre, nausea, diarrea, brividi, freddo.

Dimann Flogo: il mix perfetto contro i sintomi della cistite

Dimann Flogo è l’integratore alimentare a base di bromelina, apolattoferrina e n-acetilcisteina.

La sua formulazione è adatta al trattamento di stati infiammatori, anche in presenza di infezione, in caso di candidosi e infezioni alle vie aeree (sinusiti, bronchiti, laringiti, faringiti).
In caso di cistite acuta, gli ingredienti del Dimann Flogo offrono un valido contributo nell’alleviare i tipici sintomi.

Dimann Flogo